Blefaroplastica - studio-medico-oculistico-Roma

Vai ai contenuti

Menu principale:

Blefaroplastica

Chirurgia > Chirurgia Oftalmica


Blefaroplastica


Qualsiasi intervento chirurgico sulle palpebre viene definito blefaroplastica.

La blefaroplastica può essere a scopo estetico o ricostruttivo come ad esempio avviene dopo un trauma o una causticazione chimica. In altri casi si esegue una blefaroplastica per una malattia come ad esempio dopo la lebbra, il tracoma o altre malattie immunitarie come il pemfigoide oculare mucosinechiante, ecc..

Per blefaroplastica si intende anche ad esempio l'asportazione della cute in eccesso o del grasso sottocutaneo ed inoltre la ricostruzione della palpebra. Tale ricostruzione può interessare la palpebra superiore, la palpebra inferiore o entrambe.

In particolare con l'ausilio della blefaroplastica si corregge l'eccesso di pelle e di grasso responsabile di borse e occhiaie.

Tecnica operatoria

L'intervento consiste in una incisione condotta a due mm dal bordo delle ciglia per quanto riguarda la palpebra inferiore; viene estratto il grasso che è responsabile della formazione della borsa ed infine viene asportata la pelle in eccesso in maniera molto conservativa.

Analogo procedimento si adotta per le palpebre superiori, in cui viene asportata la cute in eccesso responsabile di quel fastidioso ripiegamento della pelle su se stessa che, può provocare senso di peso e difficoltà visiva, oltre a conferire uno sguardo più triste e più vecchio della realtà.

Post operatorio e complicanze

Per limitare gli ematomi sarà utile applicare per alcune ore dopo l'intervento la borsa del ghiaccio sul volto. Si dovrà evitare l'esposizione al sole per almeno 30 giorni.

I sottilissimi punti di sutura saranno rimossi dopo 4- 5 giorni.

La complicanza più frequente è senz'altro rappresentata dallo stiramento della palpebra inferiore verso il basso (ectropion). Tale complicanza è molto fastidiosa, in quanto il paziente riferisce di sentire l'aria negli occhi oltre a lamentarsi di frequenti congiuntiviti. Bisogna rimediare rapidamente con un delicato intervento chirurgico per alzare il bordo cigliare, affinchè il paziente possa richiudere l'occhio. Un'altra complicanza è quella dell'occhio rotondo, questo perchè il chirurgo toglie troppa pelle. Per evitare questo inconveniente e' necessario avere alcuni accorgimenti durante l'intervento di blefaroplastica.


 
Torna ai contenuti | Torna al menu